Dati Necessari per Fare un Bonifico Bancario

Il bonifico bancario è un metodo utilizzato per trasferire denaro in favore di un conto corrente beneficiario, sia che esso sia stato aperto in Italia, che all’estero.

La somma da trasferire può essere addebitata sul conto corrente dell’ordinante o può essere consegnata in contanti da questo al funzionario della banca.

Che si opti per l’una o l’alta soluzione, che il bonifico sia effettuato in banca o online, qualora si posseggano le credenziali per accedere al proprio conto su internet, i dati necessari per effettuare il bonifico restano sempre gli stessi e dovranno essere indicati su un apposito modulo cartaceo, oppure su uno online, se la somma viene trasferita attraverso il conto su Internet.

Per prima cosa, bisogna segnare sul modulo se si vuole addebitare la somma sul conto corrente proprio o se il pagamento avviene in contanti. Nel primo caso, andrà riportato il codice Iban, che in Italia si compone di 27 caratteri, di cui i primi 2 sono le lettere IT, che stanno per Italia.

Inoltre, sarà necessario riportare i propri estremi identificativi, vale a dire nome, cognome, denominazione o ragione sociale, se si tratta di un’impresa, codice fiscale, domicilio.

Questi dati vanno registrati anche se si opta per il pagamento in contanti, anche se ovviamente non dovrà essere indicato alcun Iban dell’ordinante.

A questo punto, bisogna scrivere i dati che riguardano il beneficiario, ovvero il suo nome e cognome, denominazione o ragione sociale, se si tratta di un’impresa, domicilio e codice Iban. Se il conto su cui dovrà essere trasferita la somma è accesso all’estero, sarà necessario anche indicare il codice Swift, anche se potrebbe esservi rivelato dalla banca, che lo desumerà dall’Iban da voi segnalato.

Non è finita. Adesso, serve completare le informazioni con l’indicazione della causale, ossia della ragione per la quale si sta trasferendo denaro in favore di un soggetto. Ciò, al fine di contrastare i casi di riciclaggio di denaro o di evasione fiscale.

La causale deve essere chiara, in modo che chiunque legga riesca a comprendere immediatamente la ragione del bonifico. Per esempio, se si sta trasferendo denaro sul conto di un figlio o parente che studia o lavora in Italia o all’estero, si potrebbe riportare l’espressione Trasferimento denaro a figlio studente fuori sede. Per facilitare le cose, le banche mettono a disposizione del cliente una tabella con codici, ognuno dei quali corrisponde a una causale generica, ma chiara.

Fatto tutto questo, il funzionario della banca verificherà che tutte le informazioni richieste siano state indicate, anche se non potrà certificare sulla loro correttezza. Non vi resta che consegnargli il denaro, se vi avvalete del pagamento in contanti. Se l’operazione è stata svolta online, una volta compilati tutti i campi obbligatori, contrassegnati dall’asterisco, sarà possibile cliccare su Invio e la vostra richiesta sarà presa in carico dal vostro istituto.